menu Menu

Graffiti antichi e moderni

Le pareti preistoriche e i muri contemporanei di Haring.

Gli uomini preistorici disegnavano e dipingevano su pareti di roccia, dentro caverne o all’aria aperta. Si dirà: non avevano carta e tele, non potevano fare diversamente. In realtà, avevano altri materiali, il legno, per esempio, o le pelli di animale, e non possiamo affatto escludere che li abbiano utilizzati per creare opere che poi non […]

Read more


Uta di Naumburg è sempre “la più bella del reame”

Dal Medioevo a un classico Disney. Un fascino che il tempo non ha corrotto.

Intorno alla metà del XIII secolo (1260 circa), all’interno della Cattedrale di Naumburg, in Germania, nelle cappelle absidali del coro furono collocate alcune statue. Si trattava dei dodici fondatori e dei benefattori di questa chiesa, morti due secoli prima. Quattro sculture, in particolare, entrarono da subito nel cuore della gente. Esse rappresentano due fratelli ritratti […]

Read more


Impressionismo

Dipingere ciò che si vede, come lo si vede.

A iniziare dai primi anni Sessanta del XIX secolo, alcuni giovani pittori decisero di intraprendere una coraggiosa battaglia contro l’arte accademica, la quale era così tanto apprezzata all’epoca, mettendo in atto una vera e propria rivoluzione tecnico‑espressiva: la rivoluzione impressionista. Furono soprattutto i capolavori di due realisti, Courbet e di Manet, e soprattutto Le déjeuner […]

Read more


La fotografia contemporanea come forma d’arte

Quando un fotografo è un grande artista.

Nel corso degli anni Ottanta e Novanta del Novecento si è concluso quel processo, iniziato negli anni Venti, che ha portato a identificare la fotografia come una forma d’arte autonoma, che non imita la pittura o la scultura ma indaga la realtà e i temi della bellezza, del dolore, della vita attraverso un linguaggio autonomo […]

Read more


La re-performance: copia, falso o nuovo originale?

Il lavoro di un performer può esistere anche al di fuori di lui.

Il 21 settembre 2018 è stata inaugurata a Firenze, dentro Palazzo Strozzi, una grande mostra retrospettiva dedicata a Marina Abramović (1946), certamente una delle personalità più celebri, ammirate, contestate e controverse dell’arte contemporanea. Esponente di spicco della Body Art, Abramović ha davvero rivoluzionato, in 50 anni di carriera, l’idea stessa di performance, con esperienze talvolta […]

Read more


Marina Abramović: l’arte è vita

«Può essere l’arte isolata dalla vita? Deve esserlo?».

L’arte contemporanea ha comportato un radicale spostamento dell’attenzione collettiva dall’opera all’azione dell’artista. Nel contesto dell’Action Painting, Pollock, per fare un solo esempio, ha camminato sulle sue tele colandovi sopra il colore. Alcuni artisti hanno invece scelto di seguire un’altra strada, dando vita a una corrente nota come Body Art. Nata alla fine degli anni Sessanta […]

Read more



Pagina precedente Pagina successiva

keyboard_arrow_up