menu Menu

Klimt, i ritratti e Woman in Gold

Un simbolo sontuoso della bellezza rapinata.

La cosiddetta Secessione viennese (in tedesco Wiener Secession) venne fondata da un’associazione di 19 artisti, tra cui pittori e architetti, che nel 1897 decisero di abbandonare l’Accademia di Belle Arti per formare un gruppo autonomo. Tra i fondatori della Secessione viennese, un posto di primo piano spetta sicuramente al pittore Gustav Klimt (1862-1918), il più […]

Read more


Fotografi di guerra: ieri, oggi

L’evidenza lacerante dell’orrore.

Durante gli anni drammatici della seconda guerra mondiale, e nell’immediato dopoguerra, non soltanto artisti, scrittori e intellettuali levarono la propria voce per denunciare le conseguenze di un conflitto oggettivamente mostruoso: anche i fotoreporter si rivelarono sensibili e coraggiosi testimoni di questa tragedia. I loro scatti, molti dei quali diventati vere e proprie icone, mostrarono a […]

Read more


Bacon e Giacometti: se questo è un uomo

La nuova figurazione dopo il trauma della guerra.

Nel 1959 fu organizzata presso il MoMA (Museum of Modern Art) di New York la mostra dal titolo assai significativo: New Images of Man, ‘Nuove Immagini dell’Uomo’. L’esposizione accolse le opere di alcuni artisti figurativi, americani ed europei, dove la figura umana apparve proposta con un linguaggio completamente nuovo. Il titolo della mostra era dunque […]

Read more


Pittura e regimi: l’arte della libertà (per non dimenticare)

Artisti del Novecento contro i regimi e la guerra.

All’inizio degli anni Trenta del Novecento, di fronte alla progressiva involuzione autoritaria che stava caratterizzando la politica di alcuni paesi europei, in Europa molti artisti e intellettuali maturarono un profondo disagio esistenziale e culturale, legato alla percezione dell’attacco alla democrazia e alla difficoltà, a volte proprio impossibilità, di trovare una relazione con il proprio tempo […]

Read more


La fucilazione: da Goya a Guttuso e Sassu

Quando la pittura denuncia la violenza e i soprusi di ogni guerra.

Ci sono dipinti realizzati in un particolare contesto culturale e storico, che tuttavia hanno la straordinaria capacità di parlare a tutti, oltre la dimensione del tempo. Il loro significato è universale, trascende il riferimento immediato a fatti e situazioni, rimanda all’oggi e, probabilmente, anche al domani. È, questo, il caso di un quadro romantico, La […]

Read more


La Gioconda nella pubblicità

Monna Lisa testimonial.

Alcuni capolavori, soprattutto rinascimentali, sono talmente famosi, talmente conosciuti da essere diventati assolutamente familiari. La Venere di Botticelli, il David di Michelangelo, la Gioconda di Leonardo sono icone del nostro tempo, veri e propri oggetti di culto massmediologici. Ben lo comprese il grande maestro della Pop Art, Andy Warhol, che adottò la Venere e la […]

Read more


Prostitute e “allegre donnine” nella pittura dell’Ottocento

La chiamavano Bocca di Rosa.

A Genova c’è una strada, nel quartiere di Prè, che incrocia i caruggi del centro storico e che un tempo ospitava alcune rinomate case chiuse. Si chiama Via del Campo ed è diventata famosa grazie a una canzone del grande cantautore genovese Fabrizio De André (1940-1999), che ha raccontato nei suoi testi le storie degli ultimi, […]

Read more



Pagina precedente Pagina successiva

keyboard_arrow_up