menu Menu

I poetici ready-made di Félix González-Torres

Perché due orologi possono essere arte.

A New York, nel gennaio 1996, moriva di Aids l’artista cubano Félix González-Torres (1957-1996), la cui opera è stata ricondotta dalla critica a più di un movimento artistico del secondo Novecento: Neodadaismo, Minimalismo, Concettuale, e questo perché González-Torres ha lavorato con gli oggetti, realizzando opere minimali che valgono non per sé stesse ma per il […]

Read more


La Venere italica del Canova

Un capolavoro moderno e classico insieme.

Il grande scultore neoclassico Antonio Canova (1757-1822) operò in un ambiente dominato da scultori-copisti-archeologi. Per questo, amò cercare una forte condivisione con lo spirito dell’arte antica. Privilegiò quindi i soggetti mitologici e realizzò, nell’arco della sua lunga carriera, innumerevoli statue raffiguranti divinità, eroi e protagonisti di famose opere letterarie greche. Canova e l’antico Pochi scultori […]

Read more


Ventri gravidi di mistero

La Madonna incinta di Piero e la “grande pancia” di Kapoor.

Già dalla prima metà del Trecento, in Toscana iniziarono a circolare raffigurazioni realistiche della Vergine incinta. Questo nuovo soggetto iconografico, presto identificato come Madonna del parto, presenta la giovane Maria, ritratta in genere in piedi, in posizione frontale e in stato avanzato di gravidanza. Unico elemento che la distingue da una qualunque altra futura mamma […]

Read more


Rabbit di Jeff Koons

Il coniglietto (e altre opere) dell’artista dei record.

Lo scultore statunitense Jeff Koons (1955) è l’emblema del fenomeno neo-pop che ha interessato l’arte contemporanea negli anni Ottanta e Novanta. Artista-divo scanzonato e sfacciato, emule di Warhol, ha cavalcato l’onda di un cattivo gusto oramai globalizzato, ha giocato con il livellamento tra cultura elevata e cultura di massa ed è stato il principale, consapevole […]

Read more


Da Rubens a Saville: quando la bellezza è curvy

Artisti di ieri e di oggi contro l’idea stereotipata della figura femminile.

Pieter Paul Rubens (1577-1640), fiammingo, è considerato uno dei pittori europei più colti del Seicento, al pari dei grandi maestri del Rinascimento italiano. La vastità dei suoi interessi e delle sue conoscenze in campo artistico ne fecero uno spirito universale e gli garantirono un prestigio ineguagliabile. Filippo IV di Spagna lo nominò consigliere di Stato […]

Read more


Giacomo Balla, un cagnolino e una bambina

Due amabili capolavori futuristi.

Il Futurismo nacque ufficialmente nel 1909 con la pubblicazione sul «Figaro» del Manifeste du Futurisme, redatto dallo scrittore Filippo Tommaso Marinetti (1876-1944). Nel Manifesto di Marinetti, si celebrò il culto del coraggio e dell’audacia, l’amore del pericolo, il mito della velocità e soprattutto si incitò il pubblico alla lotta contro il passato: «noi vogliamo distruggere […]

Read more


Le mamme di Millet e di Van Gogh

La tenerezza di un amore materno.

Il pittore realista francese Jean-François Millet (1814-1875) dedicò tutta la sua carriera alla rappresentazione della vita quotidiana dei contadini, dei pastori, dei taglialegna. Il suo realismo, fondato sulla conoscenza dei maestri del passato e sulla sensibilità contemporanea, soprattutto romantica, si tinse di un certo misticismo. «Perché mai – scrisse – il lavoro di un piantatore […]

Read more



Pagina precedente Pagina successiva

keyboard_arrow_up